Shabby Chic Renovation

Il progetto si ripropone di rendere lo spazio più omogeneo, creando uno spazio comune che funga anche da ingresso scenografico.
Si è cercato di ottimizzare gli spazi di connessione, riducendoli al solo piccolo disimpegno che permette l’accesso ad una delle due camere e al bagno che può svolgere funzione non prettamente privata al servizio della sola camera.
L’ingresso è separato dalla zona giorno solo attraverso un gioco di livelli. E’ stato infatti realizzato un ribassamento per enfatizzare l’ampliarsi dello spazio quando si accede al soggiorno. Il gioco dei livelli si ha anche grazie al pavimento rialzato realizzato per lo spazio soggiorno/cucina, espediente che permette, senza necessità di opere di demolizione, l’alloggiamento degli impianti idraulici necessari per la realizzazione di un secondo bagno.

1-floor-plan-template-jpgLa zona pranzo è costituita da un banco colazione realizzato in materiale di recupero, adattabile a tavolo con un’anta a ribalta. Questa penisola divide il soggiorno da un angolo cottura provvisto di tutti gli elettrodomestici necessari, di stile retrò, proposti in versione da incasso ma in commercio anche come soluzioni freestanding.
Una vetrata in stile provenzale viene realizzata a bordo lavabo, per ricreare un effetto veranda oltre che per permettere l’illuminazione naturale dello spazio ingresso/disimpegno.

2-furniture-jpgLe camere sono poste agli estremi dell’abitazione, una con bagno privato e l’altra, di maggiori dimensioni, con bagno accessibile anche dalla zona giorno.
La prima, in assenza di dismpegno, sarà provvista di un piccolo “ingresso” realizzato grazie ad una parete da 220 cm di altezza, che ostacola la vista diretta sul letto all’apertura della porta, e da una spalletta che si è dovuto mantenere per occultare le tubazioni passanti del riscaldamento.
Per contenere i costi si è optato per alcuni arredi Ikea, facilmente decapabili per ottennere quell’effetto vissuto tipico dello stile Shabby Chic.

3-dettagli-page-jpg



I commenti sono chiusi.